TECNICHE DI PERSONALIZZAZIONE
Saper scegliere la tecnica di personalizzazione più opportuna fa parte della professionalità di un rivenditore di articoli pubblicitari.
Non rivolgetevi ad un rivenditore occasionale o non competente, ma ad un professionista che conosca le diverse tecniche ed i metodi più idonei da utilizzare e consigliare, a seconda del tipo di materiale o superficie da lavorare.

RICAMO
Questo metodo di personalizzazione consente di avere un risultato di qualità, in quanto la personalizzazione viene ricamata sulla superficie.

VANTAGGI
Possibilità di riprodurre molti colori, personalizzare abbigliamento.

LIMITI
Limitazioni nel riprodurre personalizzazioni complesse con sfumature e dettagliate minuziosamente.
Il ricamo è il miglior modo per personalizzare un capo tessile: dalle polo alle giacche, dalle borse ai cappellini tutto ciò che viene riamato assume eleganza e importanza.
Grazie alla resistenza ai lavaggi a caldo è la tecnica perfetta per personalizzare abbigliamento professionale per ristoranti officine magazzini laboratori e piccole imprese.
Dopo che il tecnico ha realizzato un impianto, un file dove è indicata la posizione di ogni singolo punto, gli addetti alle macchine posizionano i capi sotto gli aghi e la macchina inizia il suo lavoro.
Una macchina da ricamo personalizza dai 6 ai 15 capi alla volta con ricami che possono comprendere fino a 12 fili di colore diverso.
La bellezza di un ricamo dipende in massima parte dalla maestria del tecnico e dell’addetto alla macchina, che devono seguire passo passo la realizzazione per arrivare ad un prodotto perfetto.
L’applicazione di scudetti, lettere in feltro e ricami 3D sono altre tecniche che permettono di rendere unici i vostri capi di abbigliamento.

TAMPOGRAFIA
La tampografia è un metodo di stampa più raffinato rispetto alla serigrafia.
Ci si avvale di macchinari a media automazione, precisi e veloci.
E’ inoltre un metodo di stampa adatto a riprodurre l’immagine anche su superfici curve.
Non necessita di telaio, vanta infatti un sistema a lastra simile alla stampa offset, con un tampone in silicone che preleva una quantità di inchiostro dal clichè e la riporta sulla superficie dell’oggetto.

VANTAGGI
Si possono riprodurre particolari molto minuti, linee estremamente sottili e sfumature; si possono personalizzare oggetti delle forme più svariate, con superfici piane o curve

LIMITI
La copertura del tipo di inchiostro utilizzato non è particolarmente potente, pur essendo brillante e tenace: metodo non specificamente adatto alla stampa di fondini molto estesi e destinati a contrastare superfici scure.
La tampografia è una tecnica di stampa alternativa alla serigrafia.
Consente di stampare su superfici irregolari, concave, convesse o sferiche di varie forme, ma altrettanto bene stampa su superfici piane dove è ricercata la più alta qualità di stampa, sopratutto su tratti sottili, da 1 a 4 colori ed in quadricromia.
Ha il vantaggio di costi contenuti per grandi produzioni.
La “tampografia” è una delle tecniche di stampa utilizzate quando la serigrafia non riesce a fornire una valida soluzione.
Permette di stampare con un procedimento simile a quello del timbro.
Ci si avvale di macchinari a media automazione, precisi e veloci.
E’ inoltre un metodo di stampa adatto a riprodurre l’immagine anche su superfici curve. Non necessita di telaio, adotta infatti un sistema a lastra. Con un tampone in silicone che preleva l’immagine inchiostrata dal cliché e la riporta sulla superficie dell’oggetto.
Per fissare gli oggetti prima di tampografarli viene realizzato anche una supporto, che varia a seconda delle dimensioni dell’oggetto. E’ necessario pertanto la predisposizione di un cliché tampografico per ognuno dei colori del disegno. Questo cliché potrà essere conservato e utilizzato di nuovo per la realizzazione di successive serie di stampe, diminuendo notevolmente i costi di tirature successive.
La stampa tampografica Vi permette di stampare ogni tipo di scritte e disegni sulle superfici più diverse come: metallo, plastica, vetro, alluminio, materiali composti e su superfici dalle forma più disparate; su oggetti promozionali, su parti o apparecchiature dalle forme insolite, su penne di ogni tipo e molto altro.

STAMPA DIGITALE
La Stampa Digitale permette di realizzare le proprie personalizzazione in breve tempo grazie a stampanti controllate tramite computer (Es. a getto inchiostro, a toner, laser, ecc.)

VANTAGGI
Basso costo, velocità.

LIMITI
Basse quantità.
Nata per produrre striscioni e bandiere, la stampa digitale si sta rivelando utile per la personalizzazione del tessile in piccole tirature: il costo di stampa elevato viene infatti compensato dalla mancanza dei costi fissi per i telai serigrafici.
Un plotter stampa un supporto plastico dello spessore di qualche micron che poi viene tagliato ad arte e applicato in maniera permanente al capo da personalizzare attraverso una pressa industriale che lavora a temperature prossime ai 200 °C.
Questa tecnica è indicata per produzioni piccole che al contempo devono essere appariscenti, come le divise delle promoter di una fiera.
Data la sua semplicità ed efficacia è in questa tecnica che si stanno facendo i più grandi investimenti tecnologici.
I plotter diventano sempre più veloci e con risoluzioni tipiche della carta stampata, le tecniche migliorano al punto che si è arrivati ad eliminare il supporto dal capo personalizzato: l’inchiostro viene applicato al supporto e da esso trasferito direttamente al tessuto grazie alla pressa, alcune macchine sono già in grado di stampare direttamente sugli oggetti.
In un futuro non troppo lontano vedremo stampanti a getto d’inchiostro stampare i tessuti con la velocità e la precisione della stampante di casa.
Seguiteci sul sito e vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questa tecnica in continua evoluzione.

INCISIONE
La tecnologia laser incide l’oggetto con la massima precisione.
Questa tecnologia garantisce un risultato di valore e si presta ad essere realizzato solo su materiali pregiati come il legno, il cristallo o il metallo.

VANTAGGI
Precisione, qualità e indistruttibilità.

LIMITI
Non utilizzabili colori di stampa, solo su superfici piane.
Quando si cerca la massima eleganza e la massima durata nel tempo è all’incisione che si deve guardare.
L’incisione permette di personalizzare oggetti principalmente metallici, ma anche alcune plastiche, il legno, il plexiglass, il vetro lasciando una traccia indelebile del logo.
L’innata eleganza del tono su tono ne fanno la tecnica più usata per i regali e le premiazioni.
L’incisione a pantografo è stata la prima tecnica usata ed ancora oggi riesce a dare ottimi risultati: si tratta di scavare con una punta la superficie dell’oggetto fino ad ottenere la grafica desiderata.
Viene essenzialmente utilizzata per l’incisione dei nomi, dove grazie al tratto molto sottile permette la personalizzazione nominale anche su oggetti piccoli come le penne.
L’incisione laser invece è una tecnica affinata negli ultimi anni, che utilizza un fascio di luce concentrato per scalfire la superficie dell’oggetto.
L’incisione risulta molto meno marcata di quella a pantografo ed è quasi impercettibile al tatto, e dona valore agli oggetti su cui si applica grazie proprio alla sua discrezione.

0